Comprendere Pips e Spread

La comprensione dei numeri con cui il mercato dei cambi si misura richiede la conoscenza di semi e si diffonde.

Come principiante nel mondo del trading su forex (FX), potrai trovare difficili alcuni termini. Non preoccuparti – con le informazioni dalle giuste fonti, presto diventerà una seconda lingua.

Questo articolo spiegherà in un modo semplice i concetti di pips e spread, avendo particolare riguardo al mercato dei cambi. Ricorda che, quando si parla di bene, si intende sempre una coppia di valute.

Un broker vende ed acquista beni a e dai traders. Uno spread è la differenza tra il prezzo a cui il broker vende e quello che intende pagare per acquistare lo stesso bene.

Il valore di molte coppie di valute viene misurato fino al quarto punto decimale. Un pip rappresenta il minore movimento nella coppia, a significare 1 centesimo dell’un percento o una singola minima variazione di prezzo dell’ultimo decimale. Possono anche essere chiamati punti base.

Quando si discute di Forex, é necessario avere una buona conoscenza dei pips e degli spread e di altri termini importanti, per spiegare complicati concetti finanziari, rendendoli facilmente comprensibili. Questi termini popolano anche la maggior parte delle notizie relative al mercato, che sono pubblicate dagli analisti.

Ecco perché ogni principiante, che sta cercando di imparare, deve sforzarsi di comprendere il vocabolario del forex.

Semplificare gli Spread

In modo molto semplice, gli spread si riferiscono alla differenza tra il prezzo d’acquisto di un bene come una commodity, un titolo o una coppia di valute e i loro rispettivi prezzi di vendita.

Si tratta di una cosa del tutto diversa dal profitto, visto che uno spread è la differenza tra questi due valori ad un dato momento. Per esempio, potresti vedere che l’attuale spread del tuo broker sulla coppia formata da USDJPY è 3,5. Ciò significa che il tuo broker venderà la coppia di USDJPY ai traders per 3,5 pips in piú di quello per cui l’ha acquistata.

Invece di dire ‘acquisto’ o ‘vendita’, i traders su forex usano i termini ‘offerta’ e ‘domanda’. Per rendere il concetto più semplice da ricordare, il prezzo che un broker chiede quando vende ai traders si chiama prezzo di domanda, mentre quello che lo stesso broker offre per un bene quando lo acquista dai traders si chiama offerta. Inoltre, uno spread può anche essere identificato come la differenza tra offerta e domanda.

Tradizionalmente, i brokers hanno valori di domanda che sono maggiori di quelli di offerta per lo stesso bene. Si tratta di una cosa assolutamente normale: é un modo utilizzato dal broker per proteggere il proprio interesse in questo scambio.

Gli spread piú bassi sono visti come sconti per i traders, visto che acquistano beni dal broker per quasi lo stesso valore al quale vengono pagati dallo stesso. Ecco perché gli spread piú bassi sono reclamizzati nelle pubblicità. Alvexo è orgogliosa di seguire questa tendenza, e garantisce un’esperienza di trading con spread bassi.

Misurare il Movimenti in Pips

Che cos’è un pip? E’ lo 0,0001 di un bene sottostante. Perché 0,0001? Perché le coppie di valute e gli strumenti simili sono misurati fino al quarto punto decimale. I cambiamenti nella valuta sono misurati al livello del quarto decimale, e rappresentano il più piccolo incremento possibile nel movimento.

Quando vedi che il valore di un bene come USDGBP é 1,5, per esempio, vuol dire che lo spread corrisponde a 1,5 pips di USDGBP.

Quando si converte il valore di un pip di una valuta, per misurare quanto ha guadagnato o perso un trader, si devono prendere in considerazione diversi fattori.

Il primo fattore è verificare quali valute sono presenti nella coppia. Se lo Yen giapponese è una valuta nella coppia, allora un pip è semplicemente uno di un centesimo invece del tipico un millesimo, o 0,01 invece di 0,0001.

Il secondo fattore è la grandezza del lotto di un bene. Le coppie di valute sono vendute in lotti, che normalmente valgono 100.000. La grandezza del lotto aiuta a creare dei maggiori movimenti nel valore della coppia.

Dato che il volume del mercato è così grande, anche un movimento significativo in una valuta potrebbe determinare una variazione bassa, dello 0,50%, e, a meno che tu non stia facendo trading con grosse somme di denaro, questo tipo di cambio è  trascurabile in termini di movimento di prezzo.

Il terzo fattore è la denominazione del tuo conto.

Valore del Pip = (un pip / tasso di cambio) * grandezza lotto

Nota che questo valore potrebbe cambiare, a seconda di quali valute utilizzi nel tuo conto di trading, o se hai bisogno o meno di applicare il tasso di  cambio, per vedere il valore del tuo guadagno nella valuta del tuo paese.

Seguono alcuni esempi:

Esempio1: Calcoliamo il valore di un pip in Euro, con un lotto di EURUSD ad un prezzo di 1,1140. Il calcolo sarebbe:c

(0,0001 / 1,1140) * 100.000 = 8,98 per pip

Se vogliamo calcolare il valore in USD, non ci occorre il tasso di cambio: sarebbe invece come segue (0,0001 * grandezza lotto).

0,0001 * 100.000 = $10 per pip

Esempio2: Calcoliamo il valore di un pip in dollari USA, per cui, un lotto di USDJPY a 117,0804. Il calcolo sarebbe:

  • / 117,0804) * 000 = $8,54 per pip

Imparando e memorizzando il funzionamento di pips e spread insieme ad altri importanti termini, i traders sono in grado di reagire più in fretta alle buone opportunità e analizzare in modo più facile l’esatto valore del profitto e della perdita. Prenditi il tempo che ti serve per studiare un esempio dal vivo nel mercato ora.