Il Rumore nel Trading: Individualo e Guadagna

Impara a distinguere il rumore dai veri movimenti e guadagna investendo nel Forex.

Riconoscere il Rumore del Mercato

Nei mercati delle azioni o persino nei mercati sul forex ci sono molti fattori che influenzano la direzione dei prezzi, e il mercato in generale, oltre ai dati fondamentali.

Tra questi fattori vi sono anche le analisi di mercato e le idee sbagliate.

Anche l’esagerazione costituisce il cosiddetto rumore del mercato, che é onnipresente, non solo nei mercati ridotti per volumi ma anche in quelli più ampi ed indica le inefficienze nel mercato.

E, a volte, il rumore sale ad un ritmo esponenziale, mentre un’informazione, che potrebbe essere utile, rimane sotto traccia.

Riguardo al mercato azionario, il rumore esiste dove l’attività d’acquisto e vendita di azioni è stata motivata ad esempio dal pagamento di dividendi, che potrebbero indurre alcuni a comprare, allo scopo di guadagnare dai dividendi, mentre altri usano la domanda aumentata per vendere ad un prezzo maggiore.

Il rumore è aumentato da quando per il trading si usano programmi informatici.

Purtroppo, per i principianti del mercato, non è sempre facile distinguere tra informazione accurata e rumore.

E’ stato generalmente osservato che quando si guarda i grafici di trading, la probabilità di essere incapaci di separare il rumore dai movimenti importanti e significativi del mercato si riduce, se la frazione temporale si riduce.

Non tutti i partecipanti del mercato sono contrari al rumore del mercato, in ogni caso. Alcuni intravedono le opportunità che il rumore del mercato presenta impegnandosi nel trading speculativo.

Trading Speculativo

La ragione primaria per cui i traders eseguono il trading speculativo è perché hanno un’opinione e una prospettiva differenti del futuro.

Stando alla loro stessa analisi, possono arrivare ad una diversa conclusione riguardo alla performance finanziaria di una azienda quotata, al prezzo di una commodity o a quello di una coppia di forex.

Questa differenza di opinioni non è dovuta al fatto che hanno accesso a diverse informazioni dagli altri, ma per via del modo in cui gli esseri umani interpretano dati e informazioni in modo diverso e soggettivo.

‘Noi vediamo le cose perché non siamo come loro’ si dice. La maggior parte delle fluttuazioni dei prezzi che avviene su base quotidiana non è ancorata ad andamenti significativi, ma piuttosto al rumore del mercato.

I traders sono stati classificati a lungo come orsi o tori e possono anche essere  differenziati a seconda che eseguano scambi sulla base del rumore o delle informazioni, così che alla fine si avrà un trader del rumore o uno che si basa sulle informazioni.

L’elemento interessante, ad ogni modo, è che questa classificazione è altamente soggettiva, e chi chiameresti un trader del rumore potrebbe invece vedersi come un trader da informazioni e viceversa. Quello che una persona considera rumore potrebbe essere informazione per un’altra persona.

Ovvi beneficiari del rumore del mercato sono i traders speculativi. Ma il trading speculativo non è per chiunque, ed ha anch’esso dei lati negativi. Per fortuna, c’è un modo per escludere il rumore del mercato e dire quando una tendenza significativa sta per manifestarsi.

Trading non-speculativo

Per stabilire quando un movimento davvero significativo sta per cominciare, la prima cosa che occorre è un innesco, che è essenzialmente qualcosa che ti avvisa dell’inizio di un trend.

A questo scopo puoi usare anche le linee di andamento, un grafico con arco temporale di mezz’ora, una box size all’1%, un grafico P&F, una box reversal o il metodo percentage scaling.

Il momento in cui inserire uno scambio è ampiamente dipendente dal tipo di rischi che sei disposto a prendere. Ci sono quelli che inseriscono uno scambio una volta hanno visto l’innesco, per così dire. Ci sono quelli che cominciano solo dopo la conferma dell’innesco.

Scambi d’uscita

Dopo aver inserito uno scambio, la questione riguarda quando uscire da esso.

Questo perché nessun andamento va in una direzione all’infinito senza alcun cambiamento.

La longevità di un andamento può andare da pochi minuti ad alcune settimane a mesi. Gli strumenti a disposizione per uscire da uno scambio includono grafici P&F, che vanno dall’arco temporale di mezz’ora e un semplice movimento medio (SMA) con un periodo di 15.

Ma, a prescindere da quello che una persona possa utilizzare per uscire da uno scambio vincente, l’elemento chiave da tenere in mente è la semplicità. Immaginazione e complicazione sono inutili.

Proiezioni del profitto

E’ difficile o persino impossibile provare e prevedere quanto profitto puoi ottenere da qualsiasi scambio. Questo perché è impossibile prevedere con un maggiore grado di accuratezza quanto possa essere alta o bassa un’azione o una coppia su forex.

Se questo fosse il caso tutti sarebbero ricchi. Potresti essere in grado di stimare l’andamento di un’azione una volta che un trend è iniziato. Questo è possibile ottenendo la volatilità di un’azione, usando l’indicatore della Media del Vero Raggio.