Analisi Tecnica – Grafici, Trend e Prezzi

Impara ad individuare i trend nei grafici e guadagna con il Forex.

L’analisi tecnica studia i pregressi cambiamenti del prezzo, per poterne prevedere i movimenti futuri. Per semplice che possa sembrare, ci sono diversi approcci ai grafici e molto da capire e studiare.

In questo articolo, diamo un’occhiata dettagliata ai grafici utilizzati, e parliamo dei punti importanti da considerare quando si svolge un’analisi tecnica.

Introduzione ai Tipi di Grafici

Esistono tre tipi principali di grafici che sono molto utilizzati.

  • Grafici a Candele
  • Grafici a Barra o OHLC
  • Grafici Lineari

Grafici a Candele

I grafici a candele sono stati originariamente ideati in Giappone dei traders del riso, e sono stati introdotti in Occidente soltanto di recente.

I grafici a Candele si distinguono per il loro aspetto e mostrano molte informazioni, rispetto ad altri tipi di grafici.

Un tipico grafico a candele mostra i prezzi di apertura, chiusura, massimo e minimo per il giorno o per la sessione.

A seconda di come i prezzi chiudono, i candelieri possono essere rossi o neri (quando il prezzo chiude al di sotto del prezzo di apertura) o bianchi/verdi (quando il prezzo chiude al di sopra del prezzo di apertura).

Quando il prezzo chiude allo stesso livello del prezzo di apertura si ha il doji. I prezzi di apertura e chiusura sono rappresentati dal corpo delle candele, dove il punto in alto e quello in basso sono gli stoppini.
Candlestick-Charts

I grafici a candela sono importanti, perché rappresentano il sentimento del mercato. Per esempio, una candela tendente al rialzo (chiusura > apertura) dimostra che ci sono più acquirenti nel mercato, e che tali prezzi possono continuare al rialzo.

Allo stesso modo, una candela tendente al ribasso mostra che ci sono più acquirenti nel mercato, e, pertanto, i prezzi potrebbero continuare a scendere.

Quando il prezzo d’apertura è uguale o vicino ai prezzi di chiusura si ha una candela doji, che mostra indecisione nei mercati.

Grafici a Barra o OHLC

I grafici a Barra o Aperti/Alti/Bassi/Vicini (OHLC) sono simili a quelli a candela, tranne per il fatto che i prezzi sono rappresentati da barre e non da candele.

I grafici a barra sono utili, visto che sono soprattutto utilizzati per cercare i massimi e i minimi del prezzo nel mercato.

Bar Chart

I grafici a barra sono uno strumento ideale, quando si ricercano le linee di trend o per identificare i massimi e i minimi in una trend.

Grafici Lineari

I grafici lineari sono i più semplici di tutti i tre tipi di grafici. Il grafico lineare traccia semplicemente i prezzi di chiusura espressi come una linea continua.

I grafici lineari sono ideali per gli utenti più esperti, e si possono impiegare per identificare i ricorrenti andamenti del grafico, e anche per comprendere i trend nel mercato. I grafici  lineari tracciano solo i prezzi di chiusura, visto che sono considerati i dati più importanti.

Line Chart

Introduzione ai Trend

I prezzi si muovono in trend, al rialzo o al ribasso. Un trend al rialzo è costituito da una serie di movimenti del prezzo, con minimi e massimi in aumento, sempre più alti di quelli dell’onda precedente.

Un trend al ribasso ha minimi e massimi in calo, sempre più bassi di quelli dell’onda precedente. Il grafico seguente mostra i due tipi di trend, che si formano nei mercati.

Trends

Quando non c’è alcun trend, o quando non ci sono picchi in alto o in basso, i mercati fanno trading orizzontale.

I trend sono un elemento essenziale, parlando di analisi dei grafici. Senza conoscere il trend in atto, sarebbe difficile prevedere i prezzi.

I trend si formano in tutti gli archi temporali: mensili, settimanali, giornalieri e intraday (fino a periodi di 15 o 30 minuti). Quando si esamina un trend é bene osservarlo in un arco temporale più ampio come il quotidiano e settimanale, per comprendere il contesto del mercato e anticipare i futuri movimenti dei prezzi.

Recognizing

Analisi Tecnica Tramite Indicatori di Tendenza

Indicatori tecnici come le medie mobili, le Bande Bollinger e gli oscillatori sono ampiamente usati nelle previsioni dei prezzi.

Quando usano gli indicatori tecnici, i traders devono sapere che c’è un vuoto nello sviluppo dei cambiamenti di prezzo, e così per i segnali tecnici che sono presi sulla base degli indicatori.

Questo vuoto è dovuto al fatto che tutti gli indicatori si basano sul prezzo (Massimo/Minimo/Apertura/Chiusura) e questi livelli del prezzo sono aggiunti agli indicatori, solo quando la sessione è chiusa. Il grafico che segue illustra i punti appena citati.

Technical

Nel grafico soprastante, quando analizziamo l’andamento del prezzo, possiamo vedere che, dopo che il prezzo del bene ha realizzato un doppio minimo, ha testato il seguente livello di resistenza vicino a 1084, e poi è disceso per stabilire un supporto.

Questo era un primo indicatore di un cambiamento nel trend. Poi si vede che ha toccato il precedente picco di resistenza a 1184.3, che era una seconda conferma.

In rapporto all’azione del prezzo, le medie mobili da 200 e 50, che sono indicatori di trend, hanno mostrato un miscuglio tendente al rialzo piuttosto tardi, e solo quando i prezzi hanno raggiunto 1226,21, una dimostrazione significativa rispetto alla conferma iniziale a 1084, seguita da una seconda conferma a 1184,3, mostrando il ramo negli indicatori.

Quando si usano gli indicatori tecnici, i seguenti tipi di indicatori aiutano a migliorare l’analisi dei prezzi.

Indicatori di Trend

Gli indicatori tecnici che mostrano trend sul grafico sono un punto d’inizio di qualsiasi analisi. Gli indicatori di trend come le medie mobili e la Parabolica SAR aiutano il trader a visualizzare i trend sul grafico.

Dei vari indicatori di trend, le medie mobili, come quelle di 200, 100 e 50 giorni, sono molto usate, riportate su un grafico giornaliero.

A seconda di come la media mobile breve e lunga si allinea, e dove i prezzi attuali sono in relazione a quelle linee, i traders possono vedere i trend del prezzo e sono in grado, pertanto, di migliorare la previsione sui futuri movimenti dei prezzi.

Indicatori di Volatilità

Gli indicatori di volatilità sono usati per mostrare quando i prezzi si muovono fortemente in una direzione.

Senza combinarsi con gli indicatori di trend, gli indicatori di volatilità possono aiutare i traders a comprendere quando aspettarsi di vedere un trend rinforzarsi, o quando un nuovo trend si stabilirà.

Dei molti indicatori di volatilità, le Bande di Bollinger sono quelle più utilizzate, visto che possono aiutare il trader a visualizzare non soltanto i trend, ma anche la volatilità.

Tipicamente, quando la volatilità aumenta, il trend in corso è considerato forte, se i prezzi si muovono in direzione del trend. Gli indicatori di volatilità aiutano anche i traders a riconoscere quando i prezzi si muovono in orizzontale , o vanno verso una direzione piuttosto che un’altra.

Indicatori di Slancio

Gl indicatori di slancio sono usati per prevedere quando i prezzi sono corretti, o quando un andamento sta per cambiare.

In un trend consolidato, lo slancio aiuta i traders a sapere quando i prezzi continuano nella stessa direzione. Sebbene sia simile alla volatilità, lo slancio guida il prezzo. Lo slancio che sale indica una continuazione del trend, mentre quello che crolla indica un potenziale rallentamento nei prezzi.

Lo slancio e la volatilità vanno di pari passo, così che quando la volatilità aumenta, lo slancio comincia a crescere di conseguenza.

Il grafico che segue, mostra la tendenza (media mobile di 50 giorni), la volatilità (Bande di Bollinger) e lo slancio (RSI in fondo),  indicatori che insieme creano un’immagine completa del mercato, che è stato analizzato.

Analisi Tecnica Mediante Prezzo

L’analisi tecnica dell’azione del prezzo è anche nota come trading senza l’aiuto di indicatori tecnici. L’azione del prezzo è un po’ più complessa, visto che richiede che i traders comprendano alcuni dei concetti chiave.

La base per il trading dell’azione del prezzo è naturalmente, supporto e resistenza: sulla base di quello su cui tutte le altre forme di analisi del prezzo dell’azione si creano.

Linee di Supporto/Resistenza e di Trend

Supporto e Resistenza, anche noti come Domanda e Offerta sono i livelli del prezzo sul grafico, dove i prezzi sembrano avere un’alta probabilità di inversione.

I livelli di supporto e resistenza possono essere orizzontali o linee di tendenza, che si formano, collegando i punti alti e quelli bassi nei prezzi. Questi livelli possono essere identificati, guardando la reazione al prezzo passato a questi livelli.

Un livello di supporto è dove c’è più offerta, e pertanto i prezzi possono subire un’inversione e muoversi più in alto. Un livello di resistenza è dove c’è più domanda, e i prezzi possono scendere ulteriormente. Il seguente grafico mostra i livelli di supporto e resistenza orizzontali.

7-Support-Resistance

A differenza dei livelli di supporto e resistenza orizzontali, ci sono anche livelli dinamici di supporto/resistenza. Questi sono identificati con le linee che tracciano la tendenza.

Una linea che sale segnala livelli dinamici di supporto, ed è disegnata collegando una serie di punti più bassi consecutivi nel prezzo. Una linea che sale in genere si traccia all’interno di una tendenza al rialzo.

Trend lines

Schemi Grafici

Gli schemi grafici sono certi temi ricorrenti sul grafico, che prevedono un potenziale cambiamento nel comportamento del prezzo.

Gli schemi grafici sono formati essenzialmente a causa degli squilibri negli acquirenti e venditori, e molti degli schemi grafici sono equamente affidabili. Alcuni degli schemi grafici più utilizzati sono:

  • Schema Testa e Spalle
  • Schema a triangolo Ascendente e Discendente
  • Bandiera Tendente al Ribasso o Rialzo o schema a bandiera
  • Schema a Coppa e Maniglia
  • Minimo o Massimo a Diamante
  • Minimi o Massimi doppi o tripli

Fare trading con gli schemi grafici richiede una profonda comprensione dei livelli di supporto e resistenza e delle linee di trend, proprio perché quasi tutti gli schemi grafici sono composti da questi due elementi essenziali. Il grafico sottostante mostra un veloce abbozzo di questi schemi.

Chart

Schemi a Candele

Gli schemi a candele sono un altro modo di comprendere gli andamenti dei mercati. Questi schemi sono limitati solo ai grafici a candele e segnalano il sentimento del mercato a breve termine.

Gli schemi a candele possono avere varie forme, e appaiono se gli acquirenti o i venditori sono prevalenti. Anche se ci sono diversi tipi di schemi a candele, quelli che seguono sono i più importanti.

  • Engulfing a Tendenza al Ribasso/Rialzo: In genere, segnala una presenza schiacciante di acquirenti e venditori.
  • Doji: Ci sono molti tipi di schemi a doji, ma indicano tutti indecisione nel mercato. Possono segnalare una pausa della manifestazione o il declino, o persino un’inversione della tendenza precedente
  • Piercing Line/Dark Cloud Cover: Mostra un cambiamento improvviso con acquirenti o venditori sul mercato
  • Uomo Martello/Impiccato: Segnala un esaurimento del trend, e mostra un potenziale di inversione a breve termine
  • Spinning Tops/Bottoms: Mostra un mercato piatto con prezzi che non vanno in nessuna direzione. In genere, segnala una possibile pausa nel trend o una correzione

Candlestick

Precisazioni sull’Analisi Tecnica

Non c’è un modo giusto di analizzare i grafici dei prezzi, e ciascuno dei metodi sottolineati in questo articolo ha i suoi pro e contro. Alcuni traders si sentono a loro agio usando indicatori tecnici per prevedere i prezzi, mentre altri usano le tecniche dell’azione del prezzo per arrivare alla loro conclusione.

Ad ogni modo, la grande differenza è che gli indicatori tecnici sono spesso in ritardo. Questo è perché quasi tutti gli indicatori tecnici si basano sui prezzi di chiusura, il che significa che c’è un certo ritardo.

Anche a causa di questo ritardo, gli indicatori tecnici sono spesso destinati a confermare cambiamenti di trend quando mostrano tali cambiamenti, sono generalmente ben confermati.

E’ anche importante notare che l’analisi tecnica è più rischiosa quando usata senza prendere in considerazione i fattori fondamentali, che influenzano i mercati.

Assicurati sempre di comprendere i fondamentali dei mercati, per costruire il contesto prima di fare la ricerca dell’analisi tecnica.