Strategie di Swing Trading per Traders a Breve Termine

Impara a dominare questo difficile mondo e ottieni profitti con il giusto timing d’ingresso.

Nell’universo del trading, c’è una strategia per ogni profilo di investitore. Alcuni preferiscono strategie in un tempo più lungo, che eliminano una grossa fetta di rumore, generato dalla volatilità intraday e dagli annunci periodici, mentre altri prediligono le strategie a breve termine di day trading, che fanno soltanto riferimento all’analisi tecnica invece che a quella fondamentale.

A seconda del fuso orario del trade e delle aspettative sui ritorni degli  investimenti, le varie strategie non sono adatte a tutti.

Per i principianti, è spesso preferibile usare gli indicatori sia tecnici sia fondamentali, prima di selezionare la strategia corretta. Una delle strategie più promettenti, specie tra gli investitori più recenti, è quella dello swing trading.

Lo swing trading deriva la sua definizione dalla natura delle opportunità che cerca di sfruttare. Invece di concentrarsi sull’individuazione dei trend di lungo periodo o sull’analisi fondamentale per determinare il valore intrinseco di uno strumento, lo swing trading utilizza l’analisi tecnica per approfittare del momento in cui si verificano i multi-day swings e si sviluppa il prezzo a breve termine.

In un periodo di tempo, classicamente limitato da 1 a 4 sessioni di trading, l’analisi fondamentale cede il passo allo studio dei prezzi in base ai trend. In un arco temporale abbreviato, infatti, la strategia necessita di flessibilità e scioltezza per ricercare opportunità di swing trading.

Strategie Popolari

Lo Swing trading é fortemente ancorato all’analisi tecnica e agli indicatori, strumenti importanti che aiutano i traders ad identificare potenziali opportunità, tempo di esecuzione e strategie di uscita per il trading.

Una delle controindicazioni di questa forma di analisi di trades potenziali è che la performance storica non è necessariamente indicativa di come il prezzo dell’azione agirà nel futuro.

Nonostante i suoi limiti, l’analisi tecnica è molto utile per lo swing trading, visto che spesso determina rischi e ricompense prima dell’esecuzione di un trade. Alcuni dei popolari indicatori usati nello swing trading includono le medie mobili.

I livelli di Fibonacci, i dojis (grafici a candele), l’indice di forza relativa e l’oscillatore probabilistico, solo per nominarne alcuni. Molti di questi indicatori aiutano a individuare i punti di svolta, che possono essere sfruttati dai traders per guadagnare grazie al cambiamento del trend.

Alvexo_Golden_Cross

Le medie mobili in particolare sono un indicatore molto apprezzato, in quanto consentono di comprendere se il bene si trovi in un contesto al rialzo o al ribasso.

Due degli strumenti più promettenti dello swing trading includono la “croce dorata” e la “croce della morte”, che indicano tipicamente un chiaro movimento direzionale nel corso del tempo.

Queste figuri formano croci con una media mobile a breve termine che incrocia una media mobile a lungo termine, tipicamente 50 giorni e 200 giorni rispettivamente.

Alvexo_Death_Cross

La “croce dorata” è tipicamente un indicatore fortemente positivo, quando la media mobile di 50 giorni incrocia quella di 200 giorni, al rialzo, con entrambe le medie mobili che indicano un trend rialzista.

A ciò spesso segue un trend a medio a lungo termine. La “croce della morte” indica la situazione opposta, in cui la media mobile di 50 giorni incrocia quella dei 200 giorni al ribasso.

Se entrambe le medie mobili indicano un trend ribassista, il segnale sarà molto negativo.

Il Tempismo è Tutto

In generale, investire richiede un tempismo adatto per massimizzare le entrate potenziali. Questa è un’area che è in costante conflitto per molti traders.

Individuare i minimi e i massimi del movimento del prezzo è straordinariamente difficile e, spesso, sebbene l’idea sia giusta, il tempismo sbagliato può portare a dei risultati disastrosi.

Si tende a credere, tra l’altro, che uno dei benefici dello swing trading sia che gli indicatori siano utili per trovare il giusto tempismo, in ingresso ed in uscita dal mercato, che sono essenziali per il successo.

I fattori del l’analisi fondamentale sono irrilevanti, se si parla di swing trading, che fa riferimento soprattutto alla valutazione dei fattori tecnici.

E’ importante ricordare che l’analisi tecnica é più adatta in periodi lunghi, non in archi temporali più brevi.

Assicurarsi che l’opportunità di trading si adatti al periodo di tempo desiderato è cruciale, specialmente quando si considera che certi indicatori dello swing trading danno segnali più efficaci per archi temporali più lunghi, come i grafici a candela per periodi da un’ora a 4 ore come minimo.

Archi temporali inferiori hanno una tendenza a produrre segnali misti e falsi.

Ricorda la Disciplina

Di solito, investire con successo richiede uno sforzo di disciplina e le strategie di swing trading non sono diverse. Prima di farti coinvolgere in una potenziale opportunità di trading, è necessario valutare tutti gli aspetti.

Questo implica la necessità di valutare i rischi e i guadagni, individuare un punto d’entrata, una strategia d’uscita, e infine avere la disciplina per seguire il piano di gioco stabilito.

Lo swing trading è una strategia ottimale per i traders a breve termine, che cercano di approfittare di grandi movimenti tecnici, ma richiede disciplina per assicurarsi dei risultati ottimali.